FLEXIBLE BENEFITS: AVANGUARDIA DEL WELFARE AZIENDALE

Flexible Benefits. Quali vantaggi? Le novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016 premiano il Welfare aziendale e introducono cambiamenti nei premi di produttività. I piani di flexible benefits diventano più appetibili anche per le PMI. Introdurre il Welfare in azienda significa agire direttamente sullo schema retributivo del lavoratore, cambiandone il paradigma e impattando positivamente su reddito, fiscalità, motivazione e produttività. Virtuosi gli effetti sull’indotto nel mondo dei servizi e prodotti alla persona che si inseriscono nelle piattaforme. La Legge di Stabilità 2016 e i flexible benefits La Legge di Stabilità 2016 prevede interventi per il welfare aziendale, rendendolo appetibile anche alle PMI. Si amplia infatti la palette dei benefits contemplati sul fronte dei premi di produttività e partecipazione agli utili d’impresa. Così facendo le aziende risparmiano sul costo del lavoro andando incontro ai propri dipendenti. Questi invece potranno godere di “prestazioni” dal valore superiore (perché netto) di quello di un premio monetario in busta paga. Si tratta di una azione volta ad incidere tanto sulla parte variabile della cosiddetta retribuzione diretta (“cash”), quanto sui tipi di benefit parte della retribuzione indiretta (“in natura”). Con il termine “benefit” ci si riferisce a strumenti retributivi che non compensano il lavoratore per il servizio svolto (principio di corrispettività),

Niente panico: scrivi cyber risk, leggi management & insurance

Con BrokerStudio e Tesla Consulting saremo presenti a Farete 2015 il 7 e 8 Settembre a Bologna. Padiglione 15, stand L43-45-47. Il giorno 7 alle ore 15.30 S. Fratepietro di Tesla Consulting terrà per Unindustria Bologna un Workshop su Cybercrime e Impresa. A seguire networking-drink presso i nostri stand. Un’opportunità d’incontro sul cyber risk management E’ con immenso piacere che invitiamo i nostri lettori, i prossimi 7 e 8 settembre, a visitare FARETE 2015, il meeting point delle imprese promosso da Unindustria Bologna. Margas sarà presente in qualità di espositore con i partner Tesla Consulting e BrokerStudio. Un network nato proprio a Farete un anno fa. Un’opportunità preziosa per conoscersi, fare rete, incominciare ad approcciare gli aspetti assicurativi della Vs attività aziendale con Broker esperti in rischio industriale e professionale e con un occhio di riguardo al rischio informatico, così elevato in aziende le cui diverse aree di attività sono pervase di infrastruttura e servizi ICT. Le parole chiave saranno management & insurance. Insieme per il PROGETTO CyR FARETE 2015 sarà l’occasione per presentare il PROGETTO CyR con cui insieme ai nostri partner abbiamo verticalizzato il nostro abituale ambito di intervento sui rischi tecnologici: un progetto per capire l’importanza del

Farete 2015: riflettori su Cyber risk management & Insurance. Save the Date!

Insieme a BrokerStudio e Tesla Consulting saremo presenti a Farete 2015 il 7 e 8 Settembre a Bologna, Pad.15, Stand L43. Il giorno 7 alle ore 15.30 Stefano Fratepietro di Tesla Consulting terrà per Unindustria Bologna il Workshop “Dal crimine organizzato al Cybercrime.”

DUE DILIGENCE ASSICURATIVA E PERFORMANCE ECONOMICHE DELLE IMPRESE

La Due Diligence Assicurativa si configura come un servizio assicurativo di estrema importanza per le imprese, ma molto sottovalutato. Strumento chiave per la gestione del rischio aziendale e dunque leva per un netto miglioramento delle performance economiche, in Italia è poco più di un’appendice della più ampia due diligence finanziaria e legale. Due Diligence. Davvero solo finanza? Quando si parla di Due Diligence siamo, nel migliore dei casi, prossimi a lanciare o subire una operazione di fusione e acquisizione (M&A), oppure sotto la lente d’ingrandimento di una compagine sociale o, peggio, di un tribunale o ufficio giudiziario per un procedimento legale. Anche l’ottemperanza alla legge 231/01 richiede attualmente interventi di due diligence, ovvero con la “dovuta diligenza” accertare e valutare lo stato di “salute” di un’organizzazione o di singole parti di essa, non solo con riferimento alla solidità economica, finanziaria e patrimoniale, ma anche appunto in relazione all’avvenuta osservanza e rispetto delle leggi vigenti da parte di chi ha amministrato la società dal momento della sua costituzione*. In ognuno di questi casi c’è chi, soggetto terzo, ha interesse a scandagliare a fondo tutte o parte delle aree strategiche dell’azienda, tipicamente l’area di mercato, contabile, legale, fiscale, finanziaria, ambientale e dei

RC PROFESSIONALE MEDICI: I GUAI DIETRO L’ANGOLO

Tra le Assicurazioni e chi esercita la professione medica, la notizia è forte: ASSICURATRICE MILANESE obbligata a sospendere la vendita delle polizze RC Professionale Medici. Ecco alcune dritte per evitare i pericoli più seri. RC Professionale per Medici. Un tema di scottante attualità. E’ del 29 maggio 2015 il comunicato IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) che ha pesantemente sanzionato l’Assicuratrice Milanese. Nel testo si entra nel merito delle misure correttive che la compagnia dovrà mettere in campo e, soprattutto, degli obiettivi che con queste ci si prefigge di raggiungere. Sotto il cappello di “criticità emerse nell’offerta e nell’esecuzione dei contratti relativi alla polizza Responsabilità Civile Professionale Medico” commercializzata da Assicuratrice Milanese colpisce soprattutto che la Compagnia abbia fin qui operato Senza distinguere nella proposta commerciale tra target diversificati (medici in strutture private e pubbliche o medici con attività ambulatoriale) Senza accertare (attraverso gli appositi questionari sull’adeguatezza) se al momento della stipula sussistesse una copertura di “primo rischio” nella struttura in cui opera Senza chiarire in modo inequivocabile che in caso di non sussistitenza della copertura, la polizza RC non sarebbe stata operativa. Non conoscendo i dettagli dei fatti oggetto di contestazione, non è possibile esprimere giudizi approfonditi su questi provvedimenti. Tuttavia

Broker padovani sponsor al Trofeo Maserati WORLD SERIES 2015

Una nuova esperienza per Margas srl, che capitalizzando un passato recente nel mondo rally, è entrata anche nel mondo della pista sponsorizzando l’equipaggio composto da Alex Proh della Scuderia RGT Motorsport e Mauro Trentin. Una stretta di mano professionale garantita dal piano assicurativo motorsport personalizzato per la scuderia, a cui si aggiunge ora la stretta al cuore per ogni giro delle sei gare del Trofeo Maserati World Series 2015. Broker padovani ai box Grandi emozioni per la direzione di Margas srl nel box Maserati lo scorso fine settimana in Austria. La decisione di sponsorizzare i piloti Alex Proh e Mauro Trentin, porta questi Risk Manager e Broker padovani dopo il rally di Scorzè e la collaborazione con Fuckmatier ad affacciarsi alla ribalta internazionale. Quale occasione migliore per vedere in gara i propri pupilli, se non la seconda tappa del Maserati Trofeo World series 2015? Il Trofeo La 6° edizione Maserati Trofeo World Series 2015 è completamente rinnovata per garantire una grande esperienza in pista e maggiore visibilità ai clienti Maserati abilitati a pilotare le Maserati GT. Il programma della stagione prevede 6 gare in pista, 3 continenti e 5 nazioni (Francia, Austria, USA, Giappone ed Emirati Arabi). 23 gli equipaggi

Assicurazione droni ad uso professionale. RC Terzi e danni al drone

La parola “droni”richiama visioni fantascientifiche e militari. Eppure sta entrando prepotentemente nell’uso civile. L’assicurazione droni è imprescindibile. Margas segue i professionisti e le applicazioni in ambito business. Droni e assicurazione droni In realtà, almeno nell’uso civile, “drone” spesso equivale alla parola “multirotore” o “multicottero”. Grazie ai progressi fatti dalle schede di controllo, i multirotori sono macchine volanti molto stabili, relativamente facili da pilotare ed in grado di trasportare apparecchi di ripresa video (tipo GoPro). Infatti l’uso civile più comune è quello di eseguire riprese aeree di qualità con un investimento relativamente modesto. L’Enac, a fine 2013, ha emesso un regolamento per questa nuova tipologia di apparecchiature volanti, chiamandoli “APR” Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto. Esso prevede l’obbligo di assicurazione droni per la Responsabilità Civile entro il 30.4.2014. Regolamento_APR_ed.1 01 Margas ha già sviluppato una soluzione assicurativa al riguardo per una serie di droni della Aeronavics (nella foto). Essa copre i danni a terzi e i danni che il drone dovesse subire a causa di un malfunzionamento o incidente. Se usi il drone ad uso ricreativo, si consiglia di rivolgersi qui  altrimenti vai alla sezione dedicata o contattaci per maggiori info!

Sponsor al Rally Città di Scorzè 2014

Eccoci sponsor al Rally Città di Scorzè 2014 per la macchina di Lucia Zambiasi ed Alex Proh al Grazie Alex e Lucia!! Vai alla sezione dedicata

Allestimenti e revamping navi da crociera, settore oil&gas, off-shore

Un supporto assicurativo alle PMI che hanno contratti nei settori allestimenti e revamping navi da crociera, oil&gas, offshore. Assicurare commesse in settori delicati Siete una medio piccola azienda che ha trovato la possibilita’ di lavorare nell’ambito degli allestimenti e revamping delle navi da crociera, nel settore Oil&Gas, in ambiti Off-shore? Il Committente dei lavori Vi chiede garanzie e massimali importanti? Il Vostro assicuratore non riesce a seguirvi per la polizza di Responsabilità Civile? Abbiamo la soluzione per voi! Collaboriamo con alcune Compagnie disponibili a garantire questo rischio molto particolare e difficile da digerire dal mercato assicurativo. Contattaci!

Circolazione su strada carrelli elevatori

Ancora oggi le attività logistiche delle aziende vedono i carrelli elevatori circolare in sedi promiscue dentro e fuori dal perimetro aziendale. Ecco le ultime novità dal Ministero e le soluzioni assicurative. Carrelli elevatori. Aggiornamento normativo La direzione centro nord del Ministero dei Trasporti con la circolare n. 4958 del 7 maggio 2013 (allegata) è intervenuta sulla normativa riguardante la circolazione su strada dei carrelli elevatori ed utilizzati anche in aree private per il movimento della merce. Il decreto ministeriale 28 dicembre 1989, dedicato alle modalità e alle cautele necessarie per assicurare la circolazione saltuaria dei carrelli elevatori, prevedeva la possibilità di ottenere una licenza annuale, rilasciata dalla motorizzazione, che consentiva la circolazione regolare dei carrelli omologati su particolari tratti di strada con tanto di dispositivi luminosi ad hoc e copertura assicurativa. Con l’abrogazione della legge 38/1982 (ad opera del dl 112/2008) le cose però hanno iniziato a complicarsi notevolmente dal punto di vista burocratico. In pratica si è venuto a creare un gap normativo alla base del decreto ministeriale 28 dicembre 1989. La circolare sopra citata del Ministero dei trasporti evidenzia le conseguenze operative: «è stato disposto che non è più consentito rilasciare autorizzazioni di validità annuale per circolare su